Domenica, 20-04-2014, 15:03
contatti

Logo stampa del Comune di Budrio

Consulta delle Donne

Sei in: La città  » Consulta delle Donne

La Consulta delle Donne

Logo Consulta delle Donne

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Consulta delle Donne è un organo consultivo che opera nell’ambito delle pari opportunità. E’ stata istituita con Delibera del Consiglio Comunale n.11 del 24/02/1999 con lo scopo di  valorizzare il ruolo delle donne nelle società, promuovere iniziative tese a favorire le pari opportunità fra uomo e donna operando anche per garantire le libertà individuali, la parità delle persone senza discriminazione alcuna di sesso, di età, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali economiche e sociali.

Inoltre è finalizzata alla valorizzazione delle fasce più deboli e ha il compito di proporre soluzioni, anche innovative, per promuovere il ruolo della donna nella società. 

Possono partecipare tutte le donne residenti, domiciliate o che svolgono la loro attività lavorativa o che hanno interessi di tipo sociale o culturale nel Comune di Budrio.

1a variazione regolamento Del.n.45 del 19/05/04

2a variazione regolamento Del.n.63 dell’11/09/08

3a variazione regolamento Del.n.73 del 30/09/09

4a variazione regolamento Delibera del 15/11/2012

 

 

La sede della Consulta delle Donne è in Via Garibaldi 37 ( palazzo Sala Internet).

L'ufficio sarà aperto nella giornata di:

Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00

Telefono: 051 6928255 - 051 6928306

Contatti: email consultadonnebudrio@alice.it -

studymail@libero.it

Presidente

 

 

Consulta delle Donne a Budrio
di Oriana Zuppiroli

Si è reinsediata a fine Febbraio la " Consulta delle Donne", organo consultivo dell'amministrazione comunale di Budrio, nato per la valorizzazione della figura femminile nell'ambito delle Pari Opportunità.
Non in tutti i Comuni esiste tale organo: noi budriesi dobbiamo la sua nascita all'assessore Alessandra Servidori che fondò la consulta con atto di approvazione del Consiglio Comunale nel 1999.
La storica presenza di Angela Cocchi e Roberta Farina ha conservato negli anni la vocazione di solidarietà e promozione sociale, attraverso la continua e proficua collaborazione con i Servizi Sociali del comune e con il Settore Cultura.
Di grande importanza è stata dal 2008 la partecipazione al Tavolo della Sussidiarietà, cabina di regia per il coordinamento e la tutela delle nuove povertà sul territorio comunale.
Il lavoro di manifattura dei burattini (Angela Cocchi, Carla e Carmen Palmeri, Ester Tomesani, Vania Regazzi , Carla Calori, Anna Maria La Cascia), ha centrato la attività con il progetto" Un burattino per un sorriso", in collaborazione con Vittorio Zanella e Rita Pasqualini. Lo spettacolo e l'omaggio ai bambini è stato negli anni portato in molti ospedali italiani e continua anche quest'anno : uno degli ultimi spettacoli si è tenuto, come ormai consuetudine, all'Istituto Rizzoli presso la divisione di chirurgia pediatrica .
A tale proposito si è avviata anche una attività di laboratorio didattico, in collaborazione con la scuola primaria del comune limitrofo di Molinella.
Con Liliana Stracuzzi sono partiti da alcuni anni gli incontri letterari "Le ferite di Gaia", con l'intento di portare l'attenzione sulla condizione femminile e affrontare in modo civile, attraverso lo studio della storia della letteratura, aspetti importanti, a volte anche dolorosi, come la violenza di genere.
L'attenzione e l'informazione continuerà con altre serate a tema, condotte da Barbara Bacco, per incrementare la conoscenza nella società della situazione della donna rispetto ai mutamenti veloci dei nostri tempi.
Prende piede sempre di più la consapevolezza sulla importanza della salute della donna, elemento fondamentale nella società evoluta e del benessere: la Consulta si propone di lavorare anche su questo versante, approfondendo la Medicina di Genere e facendola conoscere ai cittadini attraverso la MEG (medicina europea di genere), associazione presieduta da Patrizia Stefani.
Ricordiamoci che è sempre attiva la partecipazione agli eventi culturali che rendono salda la figura femminile a Budrio nel mondo delle Arti e la manifestazione "Budrio Donna" ne è un calzante esempio che faremo del nostro meglio per ripetere.

Allo stato attuale il comitato di coordinamento della Consulta è composto da :
Angela Cocchi, Roberta Farina, Fabiola Frongia, Marilisa Mainardi, Patrizia Stefani, Liliana Stracuzzi.


E' stata eletta presidente Oriana Zuppiroli (studymail@libero.it)
Chi desidera partecipare agli incontri o avere informazioni sulle attività della Consulta può connettersi al sito del comune www.comune.budrio.bo.it o alla pagina facebook dedicata.
Informazioni : 051 6928206 (ufficio cultura),
051 6928255 (venerdi mattina 9 30, 12 00 sede consulta)
consultadelledonne@alice.it


Budrio, 8 marzo 2013

 

 

 

 

 
Allegati
Notizie correlate
Indirizzi utili