Comune di Budrio
Piazza Filopanti, 11 - 40054 Budrio (BO)
Telefono: 051/6928111 - Fax 051/808106
PEC : comune.budrio@cert.provincia.bo.it
C.F. 00469720379 - Partita Iva 00510771207
motore di ricerca

San Lorenzo

chiesa di S. lorenzo

 

Prospiciente Piazza Filopanti, di fronte al Palazzo Comunale, è la chiesa parrocchiale di Budrio. Non se ne conosce la data di costruzione e neppure la struttura e l’orientamento originario, ma viene nominata già in un documento del 1146. Ampliata a partire dal ‘300, nel ‘400, dopo che la Comunità l’aveva affidata ai frati Servi di Maria (1406), venne arricchita del fonte battesimale e, nella seconda metà del secolo, del bel chiostro a doppio colonnato  adiacente alla chiesa. Fu completata nel ‘600 con la costruzione della cupola della cappella maggiore (1608-1612), eretta per unire al corpo della chiesa il coro, edificato alcuni anni prima. Un secolo dopo, l’architetto budriese Alfonso Torreggiani ne operò un grande restauro, progettando anche il portico esterno  . Alla fine del secolo XVIII, Giuseppe Tubertini, anch’egli budriese, ne ampliò l’interno, aggiungendo il transetto. Questi ultimi lavori furono compiuti con sovvenzioni da parte di tutti i parrocchiani, a cui si aggiunse, come si legge su una lapide all’interno della chiesa presso la porta maggiore, una fortunata vincita al lotto. 
Nel Capitolo  , che è la parte più antica, si possono ammirare le statue di San Sebastiano e San Lorenzo, patroni del paese, attribuite a Filippo Scandellari (1717-1810) ed un affresco di autore ignoto. La cappella del fonte battesimale  fu affrescata dal budriese Faustino Trebbi (1761-1836). La navata centrale, con quattro cappelle per lato, termina con un grande arco sorretto da capitelli corinzi di Gian Battista Canepa, che immette nel presbiterio, a finta croce greca. La cappella maggiore e le laterali sono ornate di affreschi e tele di pregevoli pittori, fra cui Gaetano Gandolfi (1734-1802), Giovanni Andrea Donducci (1575-1655), detto il Mastelletta, Pietro Fancelli (1764-1850) e allievi della scuola di Ludovico Carracci. Interessante anche il pulpito ligneo, scolpito da un “maestro Giulio da Budrio”, collocato nella chiesa nel 1578, e la scultura policroma della Madonna Addolorata, sempre di Filippo Scandellari.
La chiesa è dotata di un organo della metà dell’Ottocento che, recentemente restaurato, partecipa ogni anno alla Rassegna organi antichi, organizzata dalla Provincia di Bologna, con importanti esecutori internazionali.

 

 

Il loggiato a ponente del chiostro IIl doppio colonnato del chiostro Parte della chiesa che si apre sul chiostro
Davanti alla chiesa e al convento  Capitolo con le statue di San Sebastiano e San Lorenzo   Il fonte battesimale  
Martirio di San Lorenzo di Gaetano Gandolfi (1796)   Cristo consegna le chiavi a San Pietro del Mastelletta (1620)   L'organo   

 

 

ultima modifica in data:  venerdì 26 giugno 2015
Risultato
  • 3
(43 valutazioni)


Agenda
Eventi, appuntamenti, iniziative, corsi, manifestazioni...
Calendario Eventi
<< febbraio 2019 << L M M G V S D         1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28                    
Letture di Carnevale in Sala di Lettura a Mezzolara.
Sabato 23 febbraio h. 18,00 Presentazione di 'Fotografie bugiarde' di Susanna Barta Birnberg.
L'amministrazione organizza incontri nel capoluogo e nelle frazioni al fine di presentare il bilancio di previsione e il progetto di modifica al sistema di raccolta differenziata. Inizio ore 20.45.
Alle ore 21.00, concerto di beneficenza in memoria di Davide Parmeggiani.
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa srl  © 2015