Comune di Budrio
Piazza Filopanti, 11 - 40054 Budrio (BO)
Telefono: 051/6928111 - Fax 051/808106
PEC : comune.budrio@cert.provincia.bo.it
C.F. 00469720379 - Partita Iva 00510771207
motore di ricerca

Museo dell'Ocarina

INFO

Museo dell'Ocarina e degli Strumenti musicali in terracotta Franco Ferri
Via Garibaldi 35, Budrio


 

Orari di apertura dal 1 ottobre al 21 giugno: 

  • Con ora solare: Tutte  le domeniche ore 15,30 - 18,00. La terza domenica del mese ore 10-12 e 15,30-18,00

  • Con ora legale: Tutte  le domeniche ore 15,30 - 18,30. La terza domenica del mese ore 10-12 e 15,30-18,30

 

 

Per informazioni tel. 051 6928306 - 051 6928279
Durata media della visita 1 ora
Book shop
Entrata libera - Visite didattiche e guidate su prenotazione

Accessibilità ai disabili (1 sala su 2)

 

 

La storia del piccolo flauto in terracotta, che ha reso noto nel mondo il nome di Budrio, è raccontata in questo piccolo museo, unico al mondo, allestito negli spazi annessi all’Auditorium.
MUSEO OCARINACentinaia i pezzi esposti – strumenti musicali e di lavoro, fotografie, dischi, spartiti, documenti – che testimoniano la creatività locale, ma anche esperienze diverse fiorite in Italia e all’estero, in particolare in Giappone, Gran Bretagna, Stati Uniti e America Latina.
Notevoli alcuni esemplari delle prime ocarine, risalenti a metà Ottocento, realizzate manualmente e senza l’uso di stampi dall’inventore Giuseppe Donati; quelle di inizio Novecento realizzate da Cesare Vicinelli, considerato lo Stradivari dell’ocarina; gli strumenti decorati con fregi liberty e dotati di uno stantuffo metallico prodotti dal budriese-londinese Alberto Mezzetti, fabbricante di ocarine dal 1870 al 1912.
In mostra anche significativi esempi della produzione di Emilio Cesari, Guido Chiesa e Arrigo Mignani, nonché la serie completa di nove ocarine prodotte oggi da Fabio Menaglio.
Interessante è il materiale sulla storia dei gruppi ocarinistici locali, che dal 1865 hanno contribuito a diffondere la conoscenza dello strumento in tutto il mondo con i loro repertori e i concerti.

Il 24 settembre 2011, il museo è stato intitolato a Franco Ferri, fondatore con altri budriesi della Scuola Comunale di Ocarina e a lungo promotore, sostenitore e collezionista di strumenti e documenti appartenenti alla storia dell'ocarina budriese.

 

Bibliografia

  • A. Adversi, L’ ocarina di Budrio, Bologna, 1963

  • Autori vari, a cura di A. Molinari Pradelli, Il suono dell’argilla: l’ocarina di Budrio 150 anni dopo, Budrio, 2003


IL PROGETTO UN SISTEMA ARMONICO

sistema armonico

Un Sistema Armonico è il nuovo progetto online che l'Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna ha dedicato al patrimonio musicale della nostra regione.
Un itinerario multimediale che riunisce per la prima volta più di 40 tra musei, collezioni e istituzioni dedicati alla musica, tra cui anche il Museo dell'Ocarina di Budrio.


Sono sette i percorsi dell' itinerario: personaggi e luoghi, musei della musica, collezioni e strumenti musicali, musica popolare, strumenti musicali meccanici, riproduzione del suono.

 

MUSEO OCARINA 1

MUSEO OCARINA 2

MUSEO OCARINA 3

MUSEO OCARINA 4

 MUSEO OCARINA 5  MUSEO OCARINA 6


 

 

 

 

ultima modifica in data:  venerdì 5 aprile 2019
Risultato
  • 3
(4923 valutazioni)


Agenda
Eventi, appuntamenti, iniziative, corsi, manifestazioni...
Calendario Eventi
<< settembre 2019 << L M M G V S D             1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30            
La Fiera mantiene vive le tradizioni del territorio facendo da cornice alla celebrazione del patrono di Mezzolara, San Michele Arcangelo, che ricorre l'ultima domenica del mese di settembre.
”Sulle tracce dei Villanoviani” un percorso in bicicletta da Castenaso a Budrio. Dopo aver visitato il Museo della Civiltà Villanoviana, si farà un percorso in bicicletta fino a Budrio.
“Incontro tra cultura e natura” percorso in bicicletta da Budrio a Selva Malvezzi per ammirare una campagna che conserva ancora importanti testimonianze di storia rinascimentale.
Sala Rosa Palazzo Medosi Fracassati via Marconi 3, mostra dell’artista Piero Catalano, dal titolo “Creare emozioni” . Inaugurazione sabato 21 settembre alle ore 16.30.
Ritornano la magia e i colori di Mani Parlanti, la rassegna di laboratori e spettacoli di teatro di figura, marionette e burattini che animeranno le piazze di Budrio, Castenaso e Granarolo.
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa srl  © 2015